Dopo anni di stop torna il Centro per le Famiglie, attivato anche il servizio di Educativa Territoriale. A Gennaio il primo Centro Antiviolenza del Vesuviano

13/11/2019

logo
Politiche Sociali. Assistenza alle fasce deboli e alle famiglie. Torna dopo anni di stop, grazie alla volontà del sindaco Giorgio Zinno e del vicesindaco Michele Carbone, il "Centro per le Famiglie". Un servizio che riguarda l'Ambito N28, ovvero i comuni di San Sebastiano al Vesuvio e San Giorgio a Cremano che ha l'obiettivo di sostenere i cittadini che vivono dinamiche familiari problematiche. In particolare il Centro svolgerà azioni di carattere assistenziale, di consulenza e sostegno alla genitorialità prevedendo anche progetti dedicati alla solidarietà tra famiglie, aiuto reciproco e volontariato. Inoltre tra le attività previste, vi sono colloqui di mediazione familiare, incontri protetti, supporto alla funzione genitoriale con incontri sia individuali che di gruppo.
Il servizio è attivo da lunedì 4 novembre presso la sede dell'associazione Tam, in Piazza Sant’Agnello n.4, San Giorgio a Cremano, il lunedì, venerdì e sabato previo appuntamento, dalle ore 9.30 alle ore 19.00. Il progetto è finanziato con i fondi Pon Inclusione e sarà realizzato dalla cooperativa Sinfonia che si è aggiudicata il servizio dopo regolare bando.  

"Il Centro per la Famiglia è uno strumento fondamentale per moltissime famiglie di fronte ai piccoli e grandi passaggi e problemi evolutivi della vita familiare - spiega il sindaco Giorgio Zinno. Un servizio che promuove il confronto tra le esperienze familiari, unendo ad esse il supporto degli esperti e delle istituzioni. Lo abbiamo voluto fortemente - aggiunge Zinno - perchè mancava da anni sul nostro territorio e oggi ritorna con la giusta professionalità e umanità. Stiamo facendo tanto sul fronte dei servizi sociali, tanto che entro la fine di novembre partirà il "Centro Polifunzionale per i diversamente abili" e ad inizio 2020 sarà inaugurato il primo "Centro Antiviolenza dell'area vesuviana". 
E non è tutto. L'amministrazione ha ripristinato anche il progetto di "Sostegno Educativo scolastico ed extrascolastisco" più nel dettaglio rivolto a 20 minori appartenenti a famiglie in condizioni di disagio. Naturalmente anche questo servizio rientra nel Piano Sociale di Zona dell'Ambito N28 di cui San Giorgio a Cremano è comune capofila. Le attività saranno a cura della Cooperativa Emmanuel che si è aggiudicata il bando di gara e si svolgeranno anche in questo caso, presso Piazza Sant’Agnello n.4, San Giorgio a Cremano, dal lunedì al venerdì dalle 15:30 alle 18:30. Il servizio si occupa di attività quali: tutoraggio educativo, laboratorio sonoro-espressivo, laboratorio di riciclo, laboratorio d’arte..Ad entrambi i servizi si accederà tramite le relazioni degli assistenti sociali dei due comuni interessati. 
"Il sostegno educativo scolastico ed extrascolastico ha già dato i suoi frutti negli anni precedenti - aggiunge Michele Carbone - dando un supporto reale alle famiglie che hanno apprezzato la bontà e l'efficienza di questo servizio. L'amministrazione Zinno continuerà ad offrire il giusto sostegno ai cittadini che hanno maggiore necessità perchè il grado di civiltà di una città passa anche e soprattutto per i servizi sociali".