Il Comune nominerà un energy manager

09/03/2017

logo
L'amministrazione, guidata dal sindaco Giorgio Zinno, su indicazione degli assessori Michele Carbone e Pietro De Martino, apre alla figura di un Energy Manager che, una volta nominato, avrà il compito di gestire e migliorare il consumo energetico negli immobili comunali, ottimizzando così anche la spesa. La decisione nasce dalla volontà dell'amministrazione di mettere in atto azioni volte alla riduzione delle emissioni di CO2 nell'atmosfera, con l'adozione di politiche di efficienza energetica che ne consentano un impiego più razionale, ottenendo vantaggi sia economici che ambientali. La nomina dell'Energy Manager avverrà attraverso la short list dei professionisti istituita qualche mese fa e pubblicata sul sito ufficiale del comune al seguente link:
 http://www.e-cremano.it/cda/files/16/68/87/ALBOPRETORIO_FILE_166887.pdf .

Le competenze del professionista dovranno essere specifiche in materia energetica degli enti locali. Si occuperà di individuare tutte le azioni, gli interventi e le procedure per la promozione e l'uso razionale dell'energia all'interno del comune e di proporre e mettere in atto piani per l'utilizzo di energie rinnovabili.

"La possibilità di utilizzare energia rinnovabile sui territori aumenta progressivamente - spiega il sindaco Giorgio Zinno - ma richiede un impegno e una condivisione forte da parte dei cittadini e delle pubbliche amministrazioni. Attraverso l'istituzione di un professionista nel settore offriamo rispondiamo non solo ad un obbligo di legge ma offriamo anche un'importante opportunità per lo sviluppo e il cambiamento della città dal punto di vista energetico".

D'accordo anche Michele Carbone: "Partendo dalla valutazione dello stato attuale, l'amministrazione ha intenzione di elaborare un piano che contenga precise strategie per l'ottimizzazione dell'uso delle risorse energetiche, perseguendo obiettivi di modernità ed efficienza".

La riduzione dei consumi è anche l'obiettivo principale evidenziato da Pietro De Martino: "Il ricorso alle fonti rinnovabili favorisce, in ultima analisi - conclude - la riduzione delle emissioni di CO2 in atmosfera, con evidenti benefici per tutta la comunità".