Avviso pubblico: definizione delle pratiche di condono edilizio

20/06/2016

logo
Avviso Pubblico

DEFINIZIONE DELLE PRATICHE DI CONDONO EDILIZIO

VISTO:
- le deliberazioni di G.C. n. 153 del 30/04/2016 e n. 190 del 01/06/2016 aventi per oggetto “Atto di Indirizzo per la definizione di tutte le istanze di condono edilizio inoltrate ai sensi delle leggi 47/85 e 724/1994 non definite con rilascio del provvedimento formale ..” con le quali l’Amministrazione Comunale ha stabilito di adottare per le domande di condono edilizio non definite con provvedimento formale conclusivo un modello procedimentale di semplificazione che deve essere utilizzato da tutti i soggetti legittimati ad ottenere il rilascio del provvedimento formale;
- la determinazione dirigenziale n. 29 del 13/06/2016 con la quale sono stati approvati i modelli di autocertificazione ed autodichiarazione ai sensi del D.P.R. 445/2000 ss.mm.ii., formato da prima parte (o parte generale - MOD 01) e da una seconda parte (o scheda per singolo abuso - MOD 02), nonché dalle istruzioni per la compilazione e la documentazione integrativa richiesta dalla Soprintendenza (MOD 03).


SI AVVISA

che i cittadini titolari, o agli aventi diritto, di istanze di condono non ancora definite ex Leggi 47/85 e 724/94 devono presentare:
• entro il termine perentorio del 30 settembre 2016 una autocertificazione ed autodichiarazione ai sensi del D.P.R. 445/2000 ss.mm.ii., formata da prima parte (o parte generale - MOD 01) e da una seconda parte (o scheda per singolo abuso - MOD 02), redatta sul modello approvato con determina dirigenziale n. 29 del 13/06/2016;
• all’atto della presentazione del modello di autocertificazione e autodichiarazione dovranno essere allegate solo le attestazioni di avvenuto pagamento delle somme dovute per legge (solo oblazione per la legge n. 47/85 e oblazione + anticipazione degli oneri concessori, se dovuti, per la legge n. 724/94) oltre i diritti di segreteria, pari ad € 495,00;
• per tutti gli interventi soggetti al parere del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo Soprintendenza Belle Arti e Paesaggio per il Comune e la Provincia di Napoli, unitamente all’autodichiarazione ed autocertificazione deve essere prodotta la documentazione integrativa richiesta nel MOD 03.
I modelli di autocertificazione ed autodichiarazione potranno essere ritirati presso il FRONT OFFICE DELLO “SPORTELLO UNICO PER L’EDILIZIA-CONDONO”, ubicato a “Villa Bruno” nei seguenti giorni:
lunedì/martedì/giovedì e venerdì dalle ore 9,00 alle ore 11,00 ed il mercoledì dalle 14:00 alle 15:00
da ciascun richiedente il condono, con la precisazione che: in caso di decesso del richiedente, i modelli potranno essere ritirati da uno degli eredi noti mentre in caso di vendita dell’immobile oggetto di condono, il modello potranno essere ritirati dal nuovo proprietario legittimato.
I modelli di autocertificazione ed autodichiarazione potranno essere, altresì, prelevati dal sito istituzionale del Comune all’indirizzo www.e-cremano.it servizi ai cittadini - sezione condono.

Si fa presente che si procederà alla definizione delle pratiche di condono edilizio in base all’arrivo delle autocertificazioni e autodichiarazioni, fermo restando il completamento delle pratiche istruite per le quali è possibile procedere alla definizione delle stesse e le pratiche che sono oggetto di procedimenti esecutivi da parte dell’Autorità Giudiziaria e quelle oggetto di contenzioso.
Per le pratiche istruite per le quali è possibile procedere alla definizione, i diritti di segreteria saranno richiesti con apposita comunicazione da parte degli Uffici preposti ed il pagamento degli stessi costituirà avvio del procedimento di definizione della pratica.
Considerato che il territorio comunale è interamente sottoposto a vincolo paesaggistico e pertanto la maggior parte delle istanze di condono edilizio necessitano del parere del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo Soprintendenza Belle Arti e Paesaggio per il Comune e la Provincia di Napoli per la loro definizione, le somme dovute a conguaglio per gli di oneri di concessione saranno versate dal momento della comunicazione al cittadino da parte degli uffici Comunali dell’avvenuto parere favorevole espresso dall’Autorità preposta alla tutela del vincolo ed entro il termine stabilito dalla stessa Amministrazione Comunale.