A villa Bruno una mostra evento su Massimo Troisi

01/06/2016

Logo
Il 4 giugno 1994 si spegne Massimo Troisi. Il cittadino più illustre di San Giorgio a Cremano viene ricordato in una mostra-evento che l'associazione "A casa di Massimo", presieduta dal fratello Luigi e che ha sede a San Giorgio, in villa Bruno ha organizzato dal 4 all'11 giugno 2016. L'amministrazione , presieduta dal sindaco Giorgio Zinno patrocina l'evento che vuole rendere omaggio al compianto attore e che porterà in città migliaia di persone, appassionate di Massimo ed amanti del cinema. All'interno di Villa Bruno, infatti, in particolare nell'ex Goethe Cafè, sarà allestita un'esposizione con decine di fotografie inedite, disegni, quadri e vignette che ritraggono Massimo Troisi, la sua vita privata e la sua carriera. I mille volti dell'attore e regista, sportivo, amico e amante della sua città saranno per la prima volta racchiusi in
un'unica mostra aperta gratuitamente al pubblico.

L'inaugurazione è prevista il 4 giugno alle ore 19,00. A curare l'esposizione è il fratello di Massimo, Luigi che ha raccolto le immagini, su vari supporti. Visitando la mostra sarà anche possibile entrare nella "Casa di Massimo Troisi" la location adiacente al Goethe Cafè che il comune ha dato all'associazione per ricrearvi l'abitazione di Troisi, esponendovi all'interno i suoi arredi, i suoi strumenti musicali, i suoi giochi, la borsa e le divise di calcio, la bicicletta de Il Postino, i ciak, i premi e gran parte degli oggetti che sono realmente appartenuti a lui e che non sono visibili in nessuna altra parte del mondo.

"Vogliamo ricordare Massimo Troisi, con un evento sobrio ma sentito - spiega il sindaco Giorgio Zinno - Nell'anniversario della sua comparsa abbiamo pensato di aprire a tutti un luogo dove fossero raccolte le sue immagini, con quelle espressioni uniche che hanno caratterizzato la sua carriera e il suo personaggio. Sarà un silenzioso pellegrinaggio ma costellato non di lacrime, bensì di sorrisi, proprio come lui avrebbe voluto".

A San Giorgio a Cremano sono attese migliaia di persone nei giorni della mostra, proprio come l'evento per la sua nascita, il 19 febbraio, quando nelle Fonderie Righetti si radunarono fans provenienti da diverse parti d'Italia per assistere al tributo riconosciutogli da band musicali, compagnie teatrali e amici sangiorgesi.