Martedì prossimo il console generale degli Usa a San Giorgio a Cremano per una campagna sulla sicurezza stradale

14/11/2014

17576_DWN
Martedì 18 novembre 2014 l’istituto Comprensivo Massimo Troisi ospiterà nella sede di via Gianturco, il console generale degli Stati Uniti d’America, Colombia A. Barrose, in occasione dell’avvio di una campagna di sensibilizzazione e educazione sulla sicurezza stradale rivolta alle scuole di ogni ordine e grado per l'anno scolastico 2014-2015 intitolata"IV Festival Internazionale delle Arti per sicurezza Stradale - Occhio alla Strada”. Alla manifestazione saranno presenti anche il sindaco Mimmo Giorgiano, l’assessore alla Sicurezza Felice Giugliano e l’assessore alle Politiche Scolastiche Luciana Cautela.

Visto il successo e la crescita delle passate edizioni, il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, nell’ambito della promozione di una cultura sulla sicurezza stradale, vuole riproporre la quarta edizione di questa manifestazione organizzata dal “Reparto Storico Polizia Stradale” della sede di Napoli. Si tratta di un percorso di sensibilizzazione rivolto alla creazione di progetti finalizzati a prevenire e ridurre gli incidenti stradali, che vedrà come protagonisti gli alunni, di età compresa fra i 6 e i 20 anni, i professori e i presidi delle scuole. Per l'intero anno scolastico, gli alunni parteciperanno a lezioni di sicurezza stradale, sia teoriche che pratiche, tenute da funzionari del Reparto Storico di Polizia Stradale del Ministero Infrastrutture e Trasporti. Alla fine del ciclo delle lezioni i ragazzi partecipanti saranno invitati a presentare, per la manifestazione finale, degli elaborati sul tema della sicurezza stradale

“Quest'anno – spiega il dirigente scolastico Guglielmo Rispoli - quale madrina per l'apertura del progetto educativo, sarà presente il console Barrosse, che verrà a parlarci proprio dell'analogia tra i progetti di educazione stradale negli Stati Uniti d'America e la situazione italiana. Sarà un momento di conoscenza, esperienza e di festa come interscambio italo-americano a cui ci stiamo preparando anche per valorizzare la comunità scolastica del plesso Troisi.”