Il sindaco Giorgiano: “Non pagate le bollette con i recuperi tariffari della Gori”

04/11/2014

Spreco-Acqua
“La Gori ha comunicato ufficialmente che la scadenza del pagamento delle bollette relative a recuperi tariffari degli anni 2006-2011 è stata rinviata di 30 giorni. Pertanto, la cittadinanza non deve pagare tali bollette nell’attesa che la situazione sia definitivamente chiarita.” Lo comunica alla cittadinanza il sindaco Mimmo Giorgiano, tramite il sito web del Comune e manifesti murali.

“La Gestione Commissariale dell'Ente d'Ambito, con la partecipazione ed il supporto di Gori, ha altresì deciso di istituire un tavolo tecnico al fine di approfondire le problematiche rappresentate da molti Sindaci relativamente alla sostenibilità sociale degli importi fatturati. – prosegue il Sindaco - Voglio ricordare che le fatture sono destinate a tutti gli utenti che usufruiscono del servizio dal 2012. Si tratta di recuperi tariffari relativi agli anni 2006 – 2011 per i quali io, come sindaco di San Giorgio a Cremano, insieme ai miei colleghi delle altre città, ho già chiesto la sospensiva ed il successivo annullamento, ritenendo che siano illegittime. Infatti, i Sindaci non hanno mai votato delibere per gli adeguamenti retroattivi delle tariffe. Nei prossimi giorni attiveremo presso gli uffici comunali un apposito sportello dove i cittadini potranno richiedere informazioni in merito. Il Sindaco, come sempre, farà il possibile per tutelare i diritti della cittadinanza in questa incresciosa vicenda. “