Manifestazioni di natura culturale, artistica ed aggregativa - Avviso Pubblico

28/02/2016

logo
Manifestazioni di natura culturale, artistica ed aggregativa sul territorio cittadino

- Avviso pubblico -

1. Premessa

Con la delibera 140/2013, modificata dalla delibera 400/2013, la Giunta Comunale, nel perseguire l’obiettivo della costruzione di un programma cittadino unitario di eventi culturali ed aggregativi, articolato per differenti categorie e target di destinatari, ha ritenuto necessario garantire, oltre che la concentrazione degli interventi, la piena espressione alla domanda di sviluppo della collettività locale, applicando i principi di sussidiarietà, concertazione e partenariato, ai sensi dell’articolo 118, comma 4 della Costituzione.

2. Oggetto dell’avviso

Possono partecipare al presente avviso enti pubblici, profit e non profit operanti nel settore della cultura, dello spettacolo e dell’organizzazione di eventi, disposti ad organizzare manifestazioni di natura culturale, artistica, aggregativa sul territorio cittadino. Non è ammessa la partecipazione da parte di persone fisiche. E’ possibile organizzare:

a) eventi ad ingresso gratuito per cui il soggetto richiede all’Amministrazione il patrocinio morale oltre alla sola messa a disposizione di spazi pubblici e/o un finanziamento parziale o totale, anche attraverso l’accollo diretto di parte delle spese;

b) eventi con biglietto a carico degli spettatori tale da coprire esclusivamente i costi documentati dell’iniziativa. In tal caso, il Comune si riserva la facoltà, nel caso di eventi di particolare pregio artistico, sociale, culturale, di concedere, anche su richiesta del proponente, un cofinanziamento o un accollo diretto di parte delle spese, al fine di abbassare i costi dei biglietti;

Potranno essere presentati, a titolo esemplificativo e non esaustivo, progetti comprendenti manifestazioni canore e coreutiche, spettacoli teatrali, proiezioni di filmati, mostre d’arte e artigianato, reading letterari, attività di animazione del territorio rivolte a specifici target di soggetti deboli (anziani soli, minori, ecc.), azioni di promozione dei prodotti enogastronomici tipici del territorio, manifestazioni sportive ed eventi simili.

La valutazione delle manifestazioni di interesse pervenute sarà affidata alla discrezionale ed insindacabile valutazione della Giunta Comunale la quale, esaminate le proposte, individuerà quelle meritevoli di essere inserite nel cartellone di eventi del Comune a cadenza quadrimestrale e a cui saranno concessi spazi pubblici di proprietà del Comune.

3. Spazi comunali concedibili

Per lo svolgimento degli eventi i soggetti di cui al punto 2 potranno richiedere la concessione per le attività di cui trattasi, dei seguenti spazi di villa Bruno: fonderia Righetti, biblioteca comunale (al di fuori degli orari di utilizzo nella sua funzione principale), parco di villa Bruno, arena Nino Taranto, salone degli specchi al piano nobile, per l’organizzazione di spettacoli ed eventi; saloni al piano nobile di villa Bruno per mostre artistiche. Sarà possibile, altresì, richiedere l’arena Diana di villa Vannucchi.

4. Disposizioni economiche per i richiedenti e responsabilità degli stessi

Le manifestazioni non dovranno avere scopo di lucro ed ogni eventuale utile per gli enti proponenti derivante dall’organizzazione degli eventi proposti dovrà essere devoluto in beneficenza all’Unicef o ad altro ente benefico a discrezione della Giunta Comunale;

Anche nel caso di eventi ad ingresso gratuito dovrà essere in ogni caso rispettato il regolamento per la concessione in uso delle strutture comunali facenti parte di villa Bruno (approvato con del. C.C. n.8/2008) per quanto concerne il pagamento dei canoni di concessione degli spazi;

Il pagamento dei canoni di cui sopra non è dovuto in presenza di concessione di un cofinanziamento comunale in denaro o tramite accollo di parte delle spese secondo il piano finanziario;

Solo nel caso di eventi con bigliettazione, entro tre giorni dalla conclusione dell’evento l’ente organizzatore dovrà presentare al Dirigente il Settore Patrimonio, Commercio, Cultura, Sport e Tempo Libero, Comune idonea relazione con allegati i necessari giustificativi che dimostrino l’assenza di lucro, pena una sanzione pecuniaria pari ad € 5.000,00;

Ogni evento sarà realizzato sotto la esclusiva, diretta, responsabilità degli organizzatori, ai quali competerà acquisire ogni necessaria autorizzazione di legge. L’ingresso sarà consentito a totale cura e responsabilità degli organizzatori, fino ad esaurimento dei posti disponibili nei limiti di capienza della struttura e che agli enti affidatari spetterà parimenti l’adozione di tutte le prescrizioni in materia di utilizzo dei locali e delle strutture per pubblici spettacoli ed adozione delle misure di sicurezza a tutela della pubblica incolumità, restandone sollevata l’Amministrazione Comunale;

Gli affidatari dovranno sottoscrivere, tassativamente prima dell’avvio delle attività di propria competenza, dichiarazione che esoneri esplicitamente l’Amministrazione Comunale da qualsivoglia responsabilità in merito alla organizzazione dei singoli eventi. Gli stessi dovranno sottoscrivere, prima della realizzazione delle’evento, copia del presente avviso pubblico per espressa accettazione di ogni sua parte, ivi compresa quella relativa agli aspetti economici e sanzionatori

5. Modalità e termini di presentazione della manifestazione di interesse

I soggetti che intendono partecipare alla presente manifestazione di interesse, devono far pervenire al Protocollo Generale del Comune, una istanza di partecipazione indirizzata al Dirigente il Settore Patrimonio, Commercio, Cultura, Sport e Tempo Libero – piazza Vittorio Emanuele II, n.10 - San Giorgio a Cremano, 80046, con oggetto: “Proposta di manifestazione culturale, artistica o aggregativa”, predisposta tassativamente secondo il modello allegato. L’istanza, completa in tutte le sue parti, dovrà essere dal legale rappresentante dell’Ente, attestante, ai sensi del dpr 445/2000, il possesso della capacità a contrattare con la Pubblica Amministrazione ed eventualmente l’IBAN di un conto corrente intestato al soggetto richiedente nel caso di richiesta di finanziamento al Comune;

L’istanza di partecipazione dovrà contenere l’indicazione dettagliata del mittente, comprensiva di numero di telefono e fax. Alla richiesta dovranno essere allegati:

a) Richiesta sottoscritta dal legale rappresentante dell’Ente

b) progetto presentato, pena esclusione, secondo il formulario allegato, con piano economico-finanziario dettagliato. Il piano economico-finanziario dettagliato dovrà necessariamente prevedere le spese di SIAE ed ENPALS, se dovute, che saranno interamente a carico dei progetti in caso di approvazione;

c) Nel caso di associazioni, atto costitutivo e statuto dal cui oggetto si evinca la possibilità per l’ente di effettuare prestazioni in conformità a quelle presentate nel progetto;

d) Nel caso di enti profit e società cooperative, certificato di iscrizione alla C.C.I.A.A.;

e) Carta d’identità del legale rappresentante;

Le eventuali spese relative alla elaborazione dei progetti di cui alla presente manifestazione di interesse sono a totale carico dei soggetti partecipanti.

Le richieste di concessione dovranno essere presentate presso il Settore Valorizzazione del Patrimonio entro il 31 gennaio (per attività da svolgersi nei successivi mesi di marzo, aprile, maggio, giugno), il 31 maggio (per attività da svolgersi nei successivi mesi di luglio, agosto, settembre, ottobre) ed il 30 settembre (per attività da volgersi nei successivi mesi di novembre, dicembre, gennaio, febbraio) di ogni anno. Il calendario quadrimestrale degli eventi sarà approvato nei mesi di febbraio, giugno ed ottobre di ogni anno per i periodi immediatamente successivi.

6. Procedure di concertazione e selezione

Tutte le richieste, in uno con le relative schede progettuali, pervenute nei termini previsti e secondo le modalità indicate al paragrafo precedente, saranno sottoposte al discrezionale ed insindacabile giudizio di merito da parte della Giunta Comunale che individuerà, con proprio provvedimento, quelle meritevoli di essere inserite nel programma quadrimestrale degli eventi.

La Giunta Comunale sarà chiamata ad approvare il cartellone di eventi quadrimestrali in uno con la proposta di relativi finanziamenti, sulla base delle iniziative presentate. La Giunta Comunale approverà, inoltre, l’ammontare del finanziamento eventualmente previsto per ciascun evento, riservandosi la potestà di chiedere al proponente la rimodulazione del progetto stesso e del relativo piano economico-finanziario.

La Giunta Comunale si riserva la facoltà di proporre e concertare modifiche alle date ed ai luoghi di svolgimento indicati dagli enti per la realizzazione degli eventi, anche al fine di evitare la concomitanza tra le manifestazioni inserite nel programma.

7. Valore dell’avviso pubblico e disposizioni finali

La Giunta Comunale ha la facoltà di inserire all’interno del programma quadrimestrale degli eventi ulteriori iniziative che riterrà di rilevanza strategica per l’attuazione degli obiettivi della programmazione comunale in materia di turismo e valorizzazione dei beni culturali. Tali progetti dovranno, comunque, rispettare tutte le prescrizioni del presente avviso pubblico;

In caso di mancato accoglimento di un progetto all’interno di un cartellone di eventi quadrimestrali, sarà possibile presentare lo stesso progetto per il quadrimestre successivo. I progetti non rientranti in un cartellone quadrimestrale dovranno necessariamente essere ripresentati per il quadrimestre successivo con l’indicazione delle nuove date di svolgimento.